Grotte di Onferno – Hotel Loretta Cervia & Dépendance „Casa Zoffoli“

Siete pronti a trascorrere una giornata tra pipistrelli e il buio assoluto di una grotta?
Andate alle grotte di Onferno !

A soli 45 km da Cervia, si trovano questo spettacolo della natura: le Grotte di Onferno.

Il territorio che le ospita è a dir poco, incantevole. Non sembra neanche di essere a pochi km dal mare.
Sono infatti, inserite in una grande parco naturale di formazione di gesso selenico, nella zona della Valconca, in provincia di Rimini (comune di Gemmano) meta ideale anche per gli amanti del trekking. Sono tanti i sentieri a piedi percorribili, tra cui il sentiero della Madonna della pioggia e il sentiero del Faggio (più di 120 ettari con vegetazione ricca e la presenza di tantissimi animali selvaggi).

Da dove deriva il nome „Onferno?“

Indovinate un po‘.
“Castrum Inferni” era l’antico nome del paese di Onferno, arroccato sulle colline della Valconca.
Il nome era dovuto alle fumate di vapore, che si verificavano in inverno, dando al territorio le sembianze di un inferno. Il fenomeno era dovuto alla differenza termica tra l’interno delle grotte e l’esterno.
Solo nel 1810 il vescovo Gualfardo diede il nome di Onferno per fare scomparire l’idea satanica legata al territorio.

L’esplorazione della grotta avvenne nel 1916 ad opera di Lodovico Quarina, che risalì la grotta dalla risorgente all’inghiottitoio.

La grotta e i suoi pipistrelli

Le grotte di Onferno, con i loro 70 metri di profondità, sono nate dalle acque di un torrentello sotterraneo che scavando per millenni, ha scavato e creato spazi nelle rocce.

Sono inoltre conosciute per ospitare la più grande colonia di pipistrelli (oltre ottomila!) della nazione.  Almeno 6 le specie differenti.

L’escursione nelle grotta

La visita alle Grotte, con la guida di personale qualificato, prevede la discesa nel bosco lungo un primo sentiero esterno, che da un’altitudine di circa 300 metri scende nel bosco fino 196, quota alla quale si incontra l’accesso ad un vero e proprio canyon sotterraneo, lungo il quale è possibile ammirare ambienti suggestivi.
Percorrendo il canale principale creato dall’acqua si possono vedere, tra le altre cose, ovunque i scintillanti cristalli di gesso, soffitti e pareti levigati e cesellati dallo scorrere antico del torrente e numerose concrezioni di calcare.
Si attraversano sale e strettoie e la presenza di più ingressi all’ambiente ipogeo favorisce un’ottima ventilazione.

Prezzo e abbigliamento consigliato

Ingresso intero €9,00 / ridotto €7,00 (fino 12 anni e over 65) Durata: circa 90′ – Consigliato abbigliamento comodo, scarpe da trekking o stivali con suola tassellata, un giacchetto leggero impermeabile (all’interno della grotta la temperatura è di circa 12 °C tutto l’anno).

Seguici su Facebook o su Istagramm!

Ecco la nostra escursione:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Chatta con Whatsapp
Contattaci
buchen Sie jetzt
Jetzt anrufen